Il Pd a Vasto parla di sanità e annuncia soluzioni

Giu 27 2015

VASTO (Chieti), 27 giu – Sanità nel Vastese. Il coordinatore del Pd, Gennaro Luciano, ha voluto convocare i maggiorenti e gli iscritti del partito, oltre a diversi cittadini e amministratori locali, per dimostrare che si sta lavorando in concreto in un settore che si presta, anche in questo territorio, a diverse critiche con la partecipazione del segretario regionale Marco Rapino e provinciale Chiara Zappalorto, pd_sanita_vastoil segretario cittadino Antonio Del Casale e il capogruppo in seno al Consiglio comunale Francesco Menna. «L’iniziativa è nata – come tiene a sottolineare Luciano – per sostituire agli slogan l’elencazione di fatti e di elementi di programmazione che sono utili alla vita del cittadino prima che a quella del politico. La destra locale si è stupita di questo incontro perché non è abituata: durante la loro amministrazione oltre a non raccontare nulla non si è fatto nulla».

Nel suo intervento l’assessore Silvio Paolucci «ha illustrato – come riferisce Luciano – come la sanità debba essere coraggiosamente modificata e ammodernata per rispondere non ai campanilismi ma alle esigenze dei cittadini: l’offerta territoriale di servizi deve essere raddoppiata aumentando le risorse e soprattutto spendendo con più efficienza quelle disponibili».

Il Pd ha evidenziato che in Abruzzo vi sono solo 6 presidi su 16 che superano le 10.000 prestazioni annue, Vasto si colloca al sesto posto; in un processo di razionalizzazione è corretto immaginare che ospedali che contano 400 prestazioni annue, come Tagliacozzo o 2.400 come Atessa, non possano avere lo stesso personale di quelli che fanno 20.000 prestazioni l’anno. In Abruzzo sono circa 2,4 miliardi le somme spese per la sanità ed è la prima volta nella storia della regione che si affrontano le questioni legate a questa spesa non per salvare il medico o il politico ma per rendere efficiente il servizio ai pazienti.pad_sanita_vasto1

Cosa si sta facendo? Sono stati stanziati 10 milioni per il servizio di emergenza urgenza che sarà operativo nel Vastese a partire dall’autunno prossimo; mantenimento dei punti nascita a Vasto, Lanciano e Chieti; finanziamento di 8 milioni per riduzione dei tempi di attesa oggi troppo lunghi al fine di raggiungere entro 12 mesi il risultato di una tempistica pià dignitosa; investimento di 25 milioni di allenamento delle macchine e delle attrezzature che oggi hanno in media un’età di nove anni; certificazione del bilancio delle Asl perché i cittadini sappiano come sono stati spesi i propri soldi.

 

 

URL breve: http://puntoabruzzo.it/?p=19495

Scritto da il Giu 27 2015. Registrato sotto Attualità, Slider. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Scrivi una replica

300x250 ad code [Inner pages]

Cerca nell'archivio

Cerca per data
Cerca per Rubrica
Cerca con Google
120x600 ad code [Inner pages]
Eikon
Online Drugstore,buy Promethazine,Free shipping,cheap bentyl,Discount 10%